10 film da vedere a San Valentino se siete celibe

Da separazioni strappacuore per storie “real crime”, improvvisamente i proiezione da trovare la sera di San Valentino nel caso che vi siete lasciati da modico

L’overdose di commedie romantiche pronte ad conquistare i cinema nelle prossime settimane significano una avvenimento sola: San Valentino è conformemente l’angolo. Ma se il intenzione di teneri primi incontri e montaggi di immagini sdolcinate vi fa abominio, continuate a decifrare. Durante attesa del aspettato 14 febbraio abbiamo preferito durante voi 10 film in quanto vi faranno provare grati di essere solo nel giorno oltre a sognatore (e facilmente oltre a fastidioso) dell’anno.

1. Pretesto di un matrimonio (2019)

Il ‘conscious uncoupling’ di paio creativi newyorchesi è l’argomento capo dello tormentoso catastrofe comune destinato da Noah Baumbach, giacché offre straordinarie performance da brandello di Scarlett Johansson e Adam Driver e giacché mette in luogo le paure e le frustrazioni di un allontanamento in quanto viene “rimpallato” da una spiaggia all’altra degli Stati Uniti, nel momento in cui i genitori si occupano a cambio del magro Henry (Azhy Robertson). Nel lungometraggio ricordiamo scene con tribunale parecchio tese, l’assurda ispezione a domicilio di un’assistente assistenziale e un contesa in quanto ha originato un bel po’ di meme online: a sufficienza da far desiderare verso chiunque la zitellagine per qualsivoglia sforzo.

2. Blue Valentine (2010)

В© В©Weinstein Company/Courtesy Everett Collection

Michelle Williams e Ryan Gosling sono l’immagine dell’esuberanza e della adolescenza nel proiezione di Derek Cianfrance, in quanto racconta di un’impetuosa vicenda d’amore che verso un alcuno luogo si sfalda. Insieme il conveniente ukulele e quel riso faceto, Gosling è Dean, un imbianchino in quanto si è pattuito in Pennsylvania. Williams è la sposa Cindy, un’infermiera giacché travaglio ad spingersi verso completamento mese. I loro litigi, mostrati per primi piani angoscianti, diventano ancora oltre a drammatici quando sono intervallati dai flashback dei loro momenti oltre a felici e spensierati.

3. Qualora mi lasci ti cancello (2004)

Il maniera ancora comprensivo di predominare una scissione? Dimenticanza selettiva, unitamente l’aiuto della clinica cavità Inc, oppure al minimo almeno crede Joel (Jim Carrey) nel esemplare sci-fi di Michel Gondry affinché parla di ego addolorato e cuori spezzati. La donna affinché accatto sconsolatamente di perdere è Clementine (Kate Winslet), una brutalità della struttura che si è in precedenza sottoposta alla norma attraverso annientare Joel dalla sua ingegno. Il lungometraggio, cosicché miscela delirio esaltato e malinconica positività, vede Joel elucubrare sui suoi ricordi dolorosi e fondersi a causa di una pacificazione.

4. Frances Ha (2012)

Registrato sopra un cereo e scuro fulgido e fitto di riferimenti alla Nouvelle dine app commenti Vague, Frances Ha ha tutti gli elementi tipici di un pellicola sognatore e forte, in quanto nondimeno nelle mani del coordinatore Noah Baumbach diventa un’ode all’amicizia muliebre. Greta Gerwig è una danzatrice in quanto va mediante peggioramento qualora la sua migliore amica (Mickey Sumner) lascia l’appartamento che condividono. Frances riempie il cavità andando a afferrare i genitori e insieme un cammino introverso e malcapitato per Parigi, bensì la loro reunion è piuttosto commovente di qualunque dichiarazione d’amore.

5. Donne (1939)

Una gioia dimenticata dell’età d’oro di Hollywood, Donne è un lungometraggio sovversivo: una simulazione travolgente insegna da donne (Anita Loos e Jane Murfin) verso un cast totale al muliebre. Joan Crawford è Crystal, una commessa affascinante perché si scontra per mezzo di la morigerata Mary (consuetudine Shearer), intanto che Rosalind Russell, Paulette Goddard e Joan Fontaine sono le amiche un po’ pettegole di Mary. Fra favoreggiamento e litigi, il pellicola presenta una opinione complessa di un mondo escludendo uomini.

6. Le ragazze di Wall Street – Business is business (2019)

Quando la rovina finanziaria del 2008 dimezza i clienti di uno strip circolo newyorchese, un circolo di ragazze cosicché ci lavorano pianifica una sottrazione milionaria ai danni di alcuni banchieri di Wall Street. L’elettrizzante film di Lorene Scafaria, contegno da una storia vera, è una frottola femminista ciononostante di nuovo un esortazione. Constance Wu, Keke Palmer e Lili Reinhart brillano nel indicazione delle truffatrici perché vogliono capovolgere il istituzione, eppure è irrealizzabile tralasciare l’esplosiva prova di Jennifer Lopez nel ruolo della estremità lista eccezionale glam, Ramona, l’immagine di una donna di servizio pericolosa e libero.

Вы можете оставить комментарий, или ссылку на Ваш сайт.

Оставить комментарий

Вы должны быть авторизованы, чтобы разместить комментарий.